Piazze di Roma: monumentali, storiche, magnifiche!

Roma e le sue piazze

Roma è una delle città italiane che vanta le più belle e famose piazze non solo del nostro Paese ma anche a livello internazionale. Basti pensare a Piazza del Popolo, Piazza Navona, Piazza di Spagna. Chi non le conosce? Chi non le ha mai sentite nominare? In questo articolo faremo l’elenco completo delle piazze di Roma e tenteremo di capire qual è la piazza più bella e importante. Sarà una bella lotta. Vincerà forse Navona, con il suo trittico di magnifiche fontane? La piazza ha un significato molto antico, recondito, un simbolismo importante. La piazza è un luogo di aggregazione, di civiltà e di socialità. Oggigiorno, forse, si è un po’ perso questo concetto ma lo si ritrova, per esempio, durante le manifestazioni.

Times Square

Un’altra importante città che potrebbe far concorrenza a Roma per la popolarità delle sue piazze è New York. Avrai sicuramente sentito nominare Times Square, la più famosa piazza americana. Pensa che, esattamente come noi conosciamo questa zona newyorkese, così nel mondo conoscono i nomi di tantissime piazze romane. Il prestigio italiano, per quanto riguarda le bellezze artistiche, architettoniche e culturali, non è secondo a nessuno al mondo.

L’elenco delle piazze di Roma

Sei pronto a elencare insieme a me tutte le più belle piazze romane? In questo articolo ci occuperemo di queste zone metropolitane di alto interesse architettonico, urbanistico e culturale. Se ti capita di trascorrere un periodo di tempo a Roma, ti consiglio di visitarle tutte. Sei pronto a prendere appunti?

 

La piazza: significati e simbolismi

Per “piazza” s’intende una vasta zona metropolitana esente da abitazioni e vietata al traffico. Questa è l’attuale definizione. In realtà, le piazze avevano, una volta, un significato molto più profondo, strettamente legato alla vita politica e sociale della città. In altre epoca, per esempio, l’informazione non correva né su carta stampata né su web. Era costume, ogni mattina, recarsi nella piazza principale. Lì si potevano ascoltare e condividere, grazie al passaparola, tutte le notizie del giorno. Come si può dire? La piazza di centenni fa era paragonabile al nostro Facebook! Noi, oggi, ci svegliamo e prendiamo subito in mano il cellulare per collegarci sui social e scoprire cosa hanno fatto i nostri amici, cos’è successo nel mondo o, semplicemente, leggere la storiella divertente del giorno. Fino al 1900, invece, appena svegli si scendeva in piazza e si “spettegolava” e ci si informava.

Piazza politica

Le piazze, però, in tempi antichi avevano anche funzioni più nobili del mero chiacchiericcio paesano. Venivano utilizzate come vere e proprie tribune politiche. Da qui l’usanza di manifestare “in piazza” o di “scendere in piazza” quando si vuole identificare un’azione del popolo atta ad andare contro al Governo. Le piazze, fin da epoche antichissime, erano i luoghi dove le alte cariche politiche tenevano i loro discorsi e informavano i cittadini sulle nuove leggi.

Piazza economica

In qualunque città o paese italiano tu viva, sicuramente ci sarà in zona una piazza chiamata “Piazza Mercato“. Questo perché, anticamente, le piazze avevano anche un forte valore commerciale. Nelle piazze principali delle città avvenivano gli scambi, sorgevano le botteghe. I cosiddetti mercati erano proprio questi. Le compravendite e i baratti che, ogni giorno, si facevano nelle piazze più grandi delle città.

Le piazze di Roma

 

Piazza del Popolo, Roma, panoramica

Piazza del Popolo, Roma, panoramica

 

Quante piazze ci sono a Roma? Tantissime! Sono tutte belle, famose, ognuna con una particolarità che la contraddistingue. Ecco l’elenco delle principali, più belle e famose, dieci piazze di Roma.

Piazza San Pietro

E’ sicuramente una delle piazze più famose del mondo. Si trova in Vaticano, stato clericale ubicato geograficamente e topograficamente su territorio romano. Piazza San Pietro è il simbolo del cattolicesimo nel mondo. Come saprai, la religione cristiano-cattolica è la seconda più praticata. Pensa, quindi, a quanti miliardi di persone sparse per il globo terrestre conoscono il nome di questa meravigliosa e suggestiva piazza che ospita l’omonima basilica. La basilica di San Pietro è la Chiesa papale, quella da cui Papa Francesco recita Messa ogni domenica. Il suo “cupolone” è il simbolo universale di Roma e la Cappella Sistina, opera d’arte di inestimabile valore, è considerata uno dei gioielli della pittura e dell’affrescatura mondiali.

Piazza Navona

Piazza Navona è tra le più belle piazze di Roma, anche grazie alla presenza delle sue tre splendide fontane monumentali. Sono Fontana del Moro, Fontana dei Quattro Fiumi e Fontana del Nettuno. Opere mirabili del Bernini e di altri artisti dell’epoca, famosi e geniali. In Piazza Navona, a sovrastare la splendida mostra Quattro Fiumi, si trova anche l’obelisco agonale. Altissimo e maestoso, simbolo di potere clericale ed eretto, non a caso, proprio di fronte alla splendida Chiesa di Sant’Agnese in Agone.

Piazza di Spagna

Famosa per la sua mirabile scalinata, che spesso ha ospitato sfilate di moda, proprio perché la suggestione che è in grado di regalare la rende uno spettacolare palcoscenico a cielo aperto. La meravigliosa scalinata, chiamata Trinità dei Monti, porta direttamente alla Barcaccia, la fontana che rappresenta un barcone in difficoltà tra le onde marine. Un’opera non solo di scultura ma anche di ingegneristica idraulica non da poco per l’epoca in cui è stata realizzata.

 

Piazza di Spagna

Piazza di Spagna

Piazza Venezia

E il simbolo del fascismo in Italia. A palazzo Venezia, infatti, risiedeva Benito Mussolini. Era solito affacciarsi al balcone per declamare i suoi discorsi al popolo. I cittadini si riunivano, infatti, sotto il palazzo attendendo, con trepidante attesa, che il Duce aprisse gli scuri e si rivolgesse loro. A sud della piazza si trova il monumento Vittoriano, dedicato a Re Vittorio Emanuele.

Piazza della Rotonda

Prende il nome dalla struttura architettonica dell’importantissimo monumento che ospita: il Pantheon. Magia, misticismo e storia si intrecciano in un vortice di emozioni forti ed entusiasmanti.

Piazza del Popolo

All’inizio di questo articolo ti ho parlato delle funzioni culturali, sociali e commerciali delle piazze nelle epoche antiche. Ecco, Piazza del Popolo era “la piazza” di Roma antica. Era proprio qui che si svolgevano, ogni giorno, tutte quelle dinamiche di informazione, divulgazione e conversazione politica di cui parlavamo. Non solo. In Piazza del Popolo si svolgeva anche il grande mercato. Nel periodo della Guerra, si trovavano anche i banchi del famoso “mercato nero”, dove i cittadini si azzardavano a fare acquisti proibiti.

Piazza Trevi

Una delle piazze più belle in assoluto. Di Roma, d’Italia, del Mondo. Se ti trovi a Roma per turismo non puoi non andarla a visitare. Naturalmente, la sua caratteristica principale è la grandissima e meravigliosa fontana monumentale, gioiello di ingegneria idrica e meraviglia artistica grazie ai suoi gruppi marmorei di pregio. La Fontana di Trevi fu costruita in onore alla prima mastodontica opera della storia: la costruzione dell’acquedotto Aqua Virgo.

Campo de’ Fiori

Vince sicuramente il titolo di una delle piazze più allegre, colorate e folkloristiche di Roma. Campo de’ Fiori è adibita a mercato, ortofrutticolo soprattutto. Oggi è così ed è simbolo di abbondanza, buon cibo genuino e socialità. Una volta, invece, era la piazza dove si eseguivano le esecuzioni. Questo vuol dire che, chi delinqueva, veniva ucciso “in pubblica piazza” e si trattava proprio di Campo de’ Fiori. Infatti il suo nome deriva proprio dai mazzi di fiori che venivano depositati dai familiari dei condannati, dopo la loro decapitazione.

Piazza della Bocca della Verità

Si trova in zona penisola Tiberina e ospita il Tempio di Ercole e la bellissima Fontana dei Tritoni. E’ una delle piazze meno conosciute della Capitale ed è un gran peccato, perché ha un’atmosfera molto accattivante. Ti consiglio di visitarla senza remore, se ti trovi come turista a Roma. Credo che ne resterai estasiato.

Santa Maria in Trastevere

Come puoi intuire dal nome, è una delle piazze in zona Trastevere, forse la più bella. E’ soprattutto un luogo di movida, caratterizzata da una sequenza di bar e locali ludici e di ristoro. Del resto, tutta la zona trasteverina punta sul turismo eno-gastronomico, offrendo vasta scelta per quanto riguarda ristoranti, pizzerie ed enoteche.

Curiosità

 

Piazza di Roma, carrozzella trainata da cavallo

Piazza di Roma, carrozzella trainata da cavallo

 

Piazza di Spagna, anticamente, era denominata “Piazza di Francia” perché non era ciottolata ma coltivata a vigne, dalle quali acquista uva la Francia per produrre i suoi vini. Le si cambiò nome quando la zona agricola fu abbattuta e fu chiamata così perché vi sorgeva l’ambasciata spagnola. Piazza San Pietro, invece, era un circo. Lo costruì l’imperatore Nerone. Vi si svolgevano gare di bighe, spettacoli di saltimbanchi ed equestri. Non solo. Il circo veniva usato anche per le decapitazioni e le esecuzioni. A quei tempi, la morte era considerata un divertimento e veniva spettacolarizzata al pari di un film, una rappresentazione, una recita o un gioco di abilità.

Hai scelto qual è, per te, la più bella tra le piazze di Roma? Difficilissimo fare una classifica, vero? Non dimentichiamoci che le piazze romane sono spesso palco di spettacoli importantissimi. Ad esempio, questo video riguarda la bravissima Alessandra Amoroso, che si esibisce in Piazza. Lo guardiamo insieme?

 

ultima modifica: 2018-12-05T14:57:59+00:00 da Daria Sanfilippo
Piazze di Roma: monumentali, storiche, magnifiche!